Per rendere disponibili alcune funzionalità ed assicurare ai visitatori una navigazione ottimale, questo sito fa uso dei cookie. Leggi l' Informativa sui Cookie prima di proseguire. Contattaci
 
 

Fanzine nuovi arrivi
Fanzinoteca d'Italia - Fanzine Italiane nuovi arrivi

Fanzinoteca d'Italia - Mappatura Tesi di Laurea sulle Fanzine Italiane

Forum di Fanzine Italiane Associazione di Promozione Sociale
Indice Forum
fanzinari
eventi

Discussione : FAREPOESIA N. 2 - Rivista di Poesia e Arte Sociale
Avatar Offline
Autore : FAREPOESIA
 
 
 
 
 

 Pubblicato : 17/06/2010 - 15:28
 Letto 960 volte
FAREPOESIA N. 2 - Rivista di Poesia e Arte Sociale
   
Videosigla su:<a href="http://www.youtube.com/watch?v=NH5Ap4QioAY</em>" target="_blank">http://www.youtube.co...</a><br>   <br> Creare oggi una nuova rivista di letteratura potrebbe apparire fuori luogo. Perché lanciare nel mare magnum dell’editoria italiana l’ennesimo messaggio che pochi raccoglieranno? Perché contribuire all’ipertrofia delle pubblicazioni attuali? Una nuova rivista di poesia? Se ne sentiva il bisogno? Il dubbio è lecito e la risposta non è semplice. Diciamo anzitutto che siamo pienamente coscienti del fatto che il degrado civile e morale del nostro paese richiederebbe ben altre azioni che non un ulteriore approfondimento artistico. Ad ogni modo, e per quanto attiene alle nostre possibilità, vorremmo tentare di lanciare nelle acque troppo stagnanti della cultura poetica il nostro personale contributo costruttivo. <br>   <br> <strong>AVVISO</strong> <br>   <br> Lieti di annunciarvi l'uscita della rivista Farepoesia n. 2. 142 pagine, in parte a colori, di poesia e arte. Prezzo di copertina 12 euro, con allegato un CD di 11 brani del cantautore pavese Bruno Marazzita. <br>   <br> È   una pubblicazione a cadenza quadrimestrale. L’abbonamento (30 euro) comprende 4 numeri (tre nn del 2010 + libro/artgadget in omaggio). Per richieste di acquisto di volumi singoli o in formula abbonamento inviare richiesta a titoxy@libero.it. Modalità di pagamento:   <br>   <br> a) per abbonamento semplice o sostenitore (o acquisto copie singole) fare bonifico con causale “Abbonamento Farepoesia” sul conto corrente bancario intestato a Tito Truglia cod. IT55 Y030 6911 3320 0000 7715039 banca Intesa/Sanpaolo filiale 01656 – Pavia – Via Solferino 27; <br> b) per singole copie inviare 10 euro in busta chiusa a Tito Truglia Via Torino n. 37, 27100 Pavia; <br> c) vaglia postale indirizzato a Tito Truglia (per libri-rivista). <br>   <br> Sostieni l'editoria indipendente. Invia questa pagina ai tuoi contatti.   <br>   <br> <strong>FAREPOESIA N.2 - EDITORIALE MINIMO</strong>   <br>   <br> Il progetto Farepoesia è in via di rodaggio ma già fa sentire il suo strillo rombante. Tre plaquette di poesia, con un'altra in arrivo, e tre cataloghi di arte underground bastano per far sapere delle nostre intenzioni. Quanto alla rivista omonima, dopo l'apprezzato primo numero, ecco il secondo della serie. Certo, con una buona dose di ritardo come si conviene. Ma eccoci. Siamo qui a lanciare la nostra R-Esistenza contro i mostri che abitano la palude. E udite udite, già con al fianco un primo allegato-potlach. E chi siamo? L'Espresso?!   <br>   <br> Un CD tutto nuovo del bravo Bruno Marazzita a testimoniare la nuova scena cantautorale che viaggia per tutto lo stivale e passa anche da Pavia. Voce intensa, testi molto curati. Un ponte tra la tradizione e la nuova sensibilità umplugged, parole cariche di espressività senza mai essere banali. Ma torniamo alla rivista. <br>   <br> La rivista FAREPOESIA è una costola del progetto editoriale che porta lo stesso nome. L’idea è quella di offrire una possibilità di intervento ai tanti cultori dell’arte poetica (e non solo poetica) all’interno di un contesto di riflessione critica, letteraria ed extraletteraria...   <br>   <br> Per quanto riguarda i contenuti la rivista vuole promuovere un rinnovamento di quella categoria che è passata alla storia col termine di “poesia civile”. Il concetto di “poesia civile” racchiude una particolare attitudine che vogliamo indagare fino in fondo e in tutte le sue possibili manifestazioni, senza per questo cadere nell'errore di voler definire un qualunque canone, né di indicare una direzione obbligata. Detta altrimenti, ci sembra essenziale attivare una decisa riappropriazione dei dati della realtà anche in riferimento al fare artistico.   <br>   <br> Questo indirizzo non sarà mai posto come esclusivo e ideologico. Tutt'altro. L’attività si svolgerà con la massima apertura verso la pluralità degli stili, delle personalità e delle forme. Il dialogo e le relazioni costruttive sono i principali valori che guidano il lavoro dell’intero progetto. Ricosciamo una tensione, un campo entro cui sviluppare una ricerca, ma i punti di approdo non sono predefiniti e, per la verità, nemmeno all’orizzonte. Come altre volte, pensiamo necessario incentivare il viaggio, avendo preparato una accurata borsa degli attrezzi, ma senza sapere dove, e forse, solo per il gusto di andare… <br>   <br> Un altro segno caratterizzante sarà l’interdisciplinarietà. Sentiamo davvero importante questo tema soprattutto in riferimento alla scarsa visibilità del mondo della poesia attuale, che non deriva solo da condizioni editoriali particolarmente inefficaci a livello di vendite, ma è motivata spesso dai risultati concreti di poetiche piuttosto chiuse e confinate nello stretto giro di consorterie amichevoli, finalizzate a un protagonismo molto provinciale, poco attento alla condivisione e alle aperture. Poetiche spesso programmaticamente avulse dal reale, o ristrette in visioni estremamente “linguistiche”, che non hanno trovato (e non trovano) fondamento in alcuna prospettiva di ricerca e approfondimento di ampio respiro. Infine segnaliamo la caratterizzazione no-profit del progetto e l’adozione (non esclusiva) del regime Copy-left / Creative Commons. Crediamo in una politica di bassi costi e soprattutto nell’idea di non mercificare l’utilizzo dell’arte e della conoscenza.   <br>   <br> La rivista è redazionalmente legata a Pavia, ma i collaboratori sono di varia provenienza. Se non di vere e proprie sedi regionali possiamo sicuramente parlare di piccoli nuclei attivi un po' su tutto il territorio nazionale. È una pubblicazione a cadenza quadrimestrale.   <br>    <br> <strong>FAREPOESIA N. 2 - INDICE </strong> <br>   <br> 5 <br>   Che fare di Tito Truglia. <br>    <br> 6 <br>   EDITORIALE MINIMO <br>    <br> 8 <br>   LA PAROLA ATTIVA 1 - Scrittura e impegno di Rosa Elisa Giangoia. <br>    <br> 12 <br>   LA PAROLA ATTIVA 2 - Per un'arte dell'hic et nunc. H.C. Bukowski a cura di Ivan Pozzoni. <br>    <br> 14 <br>   LA PAROLA ATTIVA 3 - Ed. Farepoesia: G. Stocchi, G. Michelone, L. Ariano. <br>    <br> 21 <br>   ZONA X – Schiaffo Edizioni. Una ricerca editoriale di Marco Bini. <br>    <br> 27 <br>   DOVEALTROVE – Berlino. Guida alla città invisibile di Natascia Ancarani. <br>    <br> 39 <br>   DONNE IN POESIA OGGI IN ITALIA - Testi poetici di Iride Enza Funari. <br>    <br> 45 <br>   POLIFONIE – Libri, idee, interventi di M. Bini e G. M. Gallerani, L. Ariano. <br>    <br> 53 <br>   POETRY GENERATION - Barbarah Guglielmana. Note di Paolo Sorice. <br>    <br> 56 <br>   DIVERGENZE – Allen Ginsberg di Tito Truglia. <br>    <br> 64 <br>   VERSITUDINE - Poesie di Nicola Bonacini e Giancarlo Fascendini. <br>    <br> 71 <br>   SINESTESIE - Poesie visive di Renato Sclaunich. <br>    <br> 77 <br>   SITUAZIONI 1 - I Fantasmi del Mare di Enzo Niutta e Luigi Briglia. <br>    <br> 85 <br>   SITUAZIONI 2 – Le Ragazze di Benin di L. Maragnani e Isoke Aikpitanyi. <br>    <br> 88 <br>   AREA FACKEL 1 - La diversità nell'arte di Giancarlo Da Lio. <br>    <br> 89 <br>   AREA FACKEL 2 – Pianeta Mail Art tra ieri e domani di Tiziana Baracchi. Con una breve selezione di opere dall'archivio Baracchi-Da Lio. <br>    <br> 96 <br>   KALEIDOSCOPIO - Due disegni di Antonio Savino Damico. <br>    <br> 97 <br>   IDEE E FORME – Scatti fotografici di Giulia Comenduni. <br>    <br> 109 <br>   TERRITORIO E COMUNITÀ - In Calabria di Benny Nonasky. <br>    <br> 112 <br>   EUROPA POESIA - Eva Bourke e Patrick Deeley a cura di Chiara De Luca. <br>    <br> 125 <br>   LE PAROLE CANTATE – La presenza di Ivan Della Mea di Piero Carcano. <br>    <br> 127 <br>   LA SCELTA – Umberto Bellintani. Nel gorgo del cielo di Lorenzo Mari. <br>    <br> 137 <br>   FINAL CUT – Ubry Haky due tavole (+1) di Mariano Bellarosa. <br>    <br> 140 <br>   AUTORI DI QUESTO NUMERO <br>    <br>   <br>    <br>   <br> <em>Sono inoltre presenti opere di/e/con:</em> <br>   <br> Iride Enza Funari, Eva Bourke, Patrick Deeley, Nicola Bonacini, Giancarlo Fascendini, Enzo Niutta, Luigi Briglia, Laura Maragnani, Isoke Aikpitanyi, Allen Ginsberg, A.PK, Pete Spence, Maryse Four, Dmitry Babenco, Pennacchi, R.D. Kamperelic, Zoe Elizabeth Zois, Ambasciata di Venezia, Eligio Leschiutta, Furlotte, Eddie Nero, Wu Ming, F. Rentocchini, E. Morgan, J. Bornie, M. Cangiano, R. Renzi. <br>   <br> <u>Corrispondenza, redazione, amministrazione:</u>   <br> Tito Truglia Via Torino n. 37, 27100 Pavia. <br> Tel: 0382-574190; Cell: 3495959694; info: titoxy@libero.it, lucaariano@alice.it <br> </div>


Stampa Cita    
Risposta #1 : FAREPOESIA N. 2 - Rivista di Poesia e Arte Sociale
Avatar Offline
Autore : FAREPOESIA
 
 
 
 
 
 

 Pubblicato : 6/12/2011 - 15:06
Dixit :
FAREPOESIA N. 2 - Rivista di Poesia e Arte Sociale
   
Videosigla su:<a href="http://www.youtube.com/watch?v=NH5Ap4QioAY</em>" target="_blank">http://www.youtube.co...</a><br>   <br> Creare oggi una nuova rivista di letteratura potrebbe apparire fuori luogo. Perché lanciare nel mare magnum dell’editoria italiana l’ennesimo messaggio che pochi raccoglieranno? Perché contribuire all’ipertrofia delle pubblicazioni attuali? Una nuova rivista di poesia? Se ne sentiva il bisogno? Il dubbio è lecito e la risposta non è semplice. Diciamo anzitutto che siamo pienamente coscienti del fatto che il degrado civile e morale del nostro paese richiederebbe ben altre azioni che non un ulteriore approfondimento artistico. Ad ogni modo, e per quanto attiene alle nostre possibilità, vorremmo tentare di lanciare nelle acque troppo stagnanti della cultura poetica il nostro personale contributo costruttivo. <br>   <br> <strong>AVVISO</strong> <br>   <br> Lieti di annunciarvi l'uscita della rivista Farepoesia n. 2. 142 pagine, in parte a colori, di poesia e arte. Prezzo di copertina 12 euro, con allegato un CD di 11 brani del cantautore pavese Bruno Marazzita. <br>   <br> È   una pubblicazione a cadenza quadrimestrale. L’abbonamento (30 euro) comprende 4 numeri (tre nn del 2010 + libro/artgadget in omaggio). Per richieste di acquisto di volumi singoli o in formula abbonamento inviare richiesta a titoxy@libero.it. Modalità di pagamento:   <br>   <br> a) per abbonamento semplice o sostenitore (o acquisto copie singole) fare bonifico con causale “Abbonamento Farepoesia” sul conto corrente bancario intestato a Tito Truglia cod. IT55 Y030 6911 3320 0000 7715039 banca Intesa/Sanpaolo filiale 01656 – Pavia – Via Solferino 27; <br> b) per singole copie inviare 10 euro in busta chiusa a Tito Truglia Via Torino n. 37, 27100 Pavia; <br> c) vaglia postale indirizzato a Tito Truglia (per libri-rivista). <br>   <br> Sostieni l'editoria indipendente. Invia questa pagina ai tuoi contatti.   <br>   <br> <strong>FAREPOESIA N.2 - EDITORIALE MINIMO</strong>   <br>   <br> Il progetto Farepoesia è in via di rodaggio ma già fa sentire il suo strillo rombante. Tre plaquette di poesia, con un'altra in arrivo, e tre cataloghi di arte underground bastano per far sapere delle nostre intenzioni. Quanto alla rivista omonima, dopo l'apprezzato primo numero, ecco il secondo della serie. Certo, con una buona dose di ritardo come si conviene. Ma eccoci. Siamo qui a lanciare la nostra R-Esistenza contro i mostri che abitano la palude. E udite udite, già con al fianco un primo allegato-potlach. E chi siamo? L'Espresso?!   <br>   <br> Un CD tutto nuovo del bravo Bruno Marazzita a testimoniare la nuova scena cantautorale che viaggia per tutto lo stivale e passa anche da Pavia. Voce intensa, testi molto curati. Un ponte tra la tradizione e la nuova sensibilità umplugged, parole cariche di espressività senza mai essere banali. Ma torniamo alla rivista. <br>   <br> La rivista FAREPOESIA è una costola del progetto editoriale che porta lo stesso nome. L’idea è quella di offrire una possibilità di intervento ai tanti cultori dell’arte poetica (e non solo poetica) all’interno di un contesto di riflessione critica, letteraria ed extraletteraria...   <br>   <br> Per quanto riguarda i contenuti la rivista vuole promuovere un rinnovamento di quella categoria che è passata alla storia col termine di “poesia civile”. Il concetto di “poesia civile” racchiude una particolare attitudine che vogliamo indagare fino in fondo e in tutte le sue possibili manifestazioni, senza per questo cadere nell'errore di voler definire un qualunque canone, né di indicare una direzione obbligata. Detta altrimenti, ci sembra essenziale attivare una decisa riappropriazione dei dati della realtà anche in riferimento al fare artistico.   <br>   <br> Questo indirizzo non sarà mai posto come esclusivo e ideologico. Tutt'altro. L’attività si svolgerà con la massima apertura verso la pluralità degli stili, delle personalità e delle forme. Il dialogo e le relazioni costruttive sono i principali valori che guidano il lavoro dell’intero progetto. Ricosciamo una tensione, un campo entro cui sviluppare una ricerca, ma i punti di approdo non sono predefiniti e, per la verità, nemmeno all’orizzonte. Come altre volte, pensiamo necessario incentivare il viaggio, avendo preparato una accurata borsa degli attrezzi, ma senza sapere dove, e forse, solo per il gusto di andare… <br>   <br> Un altro segno caratterizzante sarà l’interdisciplinarietà. Sentiamo davvero importante questo tema soprattutto in riferimento alla scarsa visibilità del mondo della poesia attuale, che non deriva solo da condizioni editoriali particolarmente inefficaci a livello di vendite, ma è motivata spesso dai risultati concreti di poetiche piuttosto chiuse e confinate nello stretto giro di consorterie amichevoli, finalizzate a un protagonismo molto provinciale, poco attento alla condivisione e alle aperture. Poetiche spesso programmaticamente avulse dal reale, o ristrette in visioni estremamente “linguistiche”, che non hanno trovato (e non trovano) fondamento in alcuna prospettiva di ricerca e approfondimento di ampio respiro. Infine segnaliamo la caratterizzazione no-profit del progetto e l’adozione (non esclusiva) del regime Copy-left / Creative Commons. Crediamo in una politica di bassi costi e soprattutto nell’idea di non mercificare l’utilizzo dell’arte e della conoscenza.   <br>   <br> La rivista è redazionalmente legata a Pavia, ma i collaboratori sono di varia provenienza. Se non di vere e proprie sedi regionali possiamo sicuramente parlare di piccoli nuclei attivi un po' su tutto il territorio nazionale. È una pubblicazione a cadenza quadrimestrale.   <br>    <br> <strong>FAREPOESIA N. 2 - INDICE </strong> <br>   <br> 5 <br>   Che fare di Tito Truglia. <br>    <br> 6 <br>   EDITORIALE MINIMO <br>    <br> 8 <br>   LA PAROLA ATTIVA 1 - Scrittura e impegno di Rosa Elisa Giangoia. <br>    <br> 12 <br>   LA PAROLA ATTIVA 2 - Per un'arte dell'hic et nunc. H.C. Bukowski a cura di Ivan Pozzoni. <br>    <br> 14 <br>   LA PAROLA ATTIVA 3 - Ed. Farepoesia: G. Stocchi, G. Michelone, L. Ariano. <br>    <br> 21 <br>   ZONA X – Schiaffo Edizioni. Una ricerca editoriale di Marco Bini. <br>    <br> 27 <br>   DOVEALTROVE – Berlino. Guida alla città invisibile di Natascia Ancarani. <br>    <br> 39 <br>   DONNE IN POESIA OGGI IN ITALIA - Testi poetici di Iride Enza Funari. <br>    <br> 45 <br>   POLIFONIE – Libri, idee, interventi di M. Bini e G. M. Gallerani, L. Ariano. <br>    <br> 53 <br>   POETRY GENERATION - Barbarah Guglielmana. Note di Paolo Sorice. <br>    <br> 56 <br>   DIVERGENZE – Allen Ginsberg di Tito Truglia. <br>    <br> 64 <br>   VERSITUDINE - Poesie di Nicola Bonacini e Giancarlo Fascendini. <br>    <br> 71 <br>   SINESTESIE - Poesie visive di Renato Sclaunich. <br>    <br> 77 <br>   SITUAZIONI 1 - I Fantasmi del Mare di Enzo Niutta e Luigi Briglia. <br>    <br> 85 <br>   SITUAZIONI 2 – Le Ragazze di Benin di L. Maragnani e Isoke Aikpitanyi. <br>    <br> 88 <br>   AREA FACKEL 1 - La diversità nell'arte di Giancarlo Da Lio. <br>    <br> 89 <br>   AREA FACKEL 2 – Pianeta Mail Art tra ieri e domani di Tiziana Baracchi. Con una breve selezione di opere dall'archivio Baracchi-Da Lio. <br>    <br> 96 <br>   KALEIDOSCOPIO - Due disegni di Antonio Savino Damico. <br>    <br> 97 <br>   IDEE E FORME – Scatti fotografici di Giulia Comenduni. <br>    <br> 109 <br>   TERRITORIO E COMUNITÀ - In Calabria di Benny Nonasky. <br>    <br> 112 <br>   EUROPA POESIA - Eva Bourke e Patrick Deeley a cura di Chiara De Luca. <br>    <br> 125 <br>   LE PAROLE CANTATE – La presenza di Ivan Della Mea di Piero Carcano. <br>    <br> 127 <br>   LA SCELTA – Umberto Bellintani. Nel gorgo del cielo di Lorenzo Mari. <br>    <br> 137 <br>   FINAL CUT – Ubry Haky due tavole (+1) di Mariano Bellarosa. <br>    <br> 140 <br>   AUTORI DI QUESTO NUMERO <br>    <br>   <br>    <br>   <br> <em>Sono inoltre presenti opere di/e/con:</em> <br>   <br> Iride Enza Funari, Eva Bourke, Patrick Deeley, Nicola Bonacini, Giancarlo Fascendini, Enzo Niutta, Luigi Briglia, Laura Maragnani, Isoke Aikpitanyi, Allen Ginsberg, A.PK, Pete Spence, Maryse Four, Dmitry Babenco, Pennacchi, R.D. Kamperelic, Zoe Elizabeth Zois, Ambasciata di Venezia, Eligio Leschiutta, Furlotte, Eddie Nero, Wu Ming, F. Rentocchini, E. Morgan, J. Bornie, M. Cangiano, R. Renzi. <br>   <br> <u>Corrispondenza, redazione, amministrazione:</u>   <br> Tito Truglia Via Torino n. 37, 27100 Pavia. <br> Tel: 0382-574190; Cell: 3495959694; info: titoxy@libero.it, lucaariano@alice.it <br> </div></div>
Stampa Cita    
 Comprimi 

Fanzinoteca d'Italia - Tesi di Laurea - Espero Fanzinotecario - Scafale Fanzine

books fanzine

Testi italiani sulle fanzine


New-CMS 2.9.5 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License AdminFanzinoteca d Italia
This page was created in 0.0947 seconds
Contenuto del div.